Blog Tonipellegrino

15 Mar Intramontabile chignon

Alto al fulcro, basso che accarezza la nuca, tiratissimo o morbido e irregolare, lo chignon non passa mai di moda. Attrici e cantanti lo sfoggiano sul red carpet. Designer e hairstylist lo propongono in passerella. Ecco tre semplici proposte per uno chignon “fai da te”!

Basso con trecce

Basso, da collocare tra la nuca e la curva del collo. In base alla forma del volto, e alla possibile presenza di un ciuffo, si può scegliere se optare per una riga laterale o centrale, adatta, quest’ultima, a chi ha una forma di viso regolare. Pettinate i capelli con le mani a caduta libera. Portateli dietro le orecchie e divideteli in due code. Fate una treccia classica per lato, e fate girare le trecce intorno alla nuca bloccandole alla testa con mollette e forcine.

Alto al fulcro

Il secondo chignon da realizzare con estrema facilità è alto, posizionato nell’area del fulcro, tra apice e osso occipitale. Dopo aver fatto una ponytail, allargatela sulla mano e spruzzate su tutta la lunghezza una lacca leggera. Appiattite la coda con tocchi veloci di piastra. Alzatela alla massima elevazione e attorcigliatela a spirale fissandola con delle mollette o delle forcine.

Morbido e irregolare

L’ultima proposta ha un sapore vintage e moderno insieme, ed è perfetta per chi ha una frangia e capelli scalati. Cotonate i capelli all’apice e create una bombatura. Realizzate una coda all’altezza dell’osso occipitale, lasciando libera qualche ciocca per incorniciare il viso. Twistate con un torciglione fino a quando la coda toccherà la testa. Fissate lo chignon facendo uscire qualche altra ciocca per un effetto morbido e irregolare.

Come preparare i capelli per questa acconciatura

Lavate i capelli con shampoo e conditioner adatti alle vostre esigenze, avendo cura di evitare prodotti troppo “pesanti”. Per rendere i capelli corposi e flessibili applicate una dose di un prodotto texturizzante – perfetti Texture Maker di Sebastian o Ocean Spritz di Eimi – e pre-asciugate all’80%. Negli ultimi minuti, asciugate massaggiando con i polpastrelli per liftare le radici.

 

  •  
  •  
  •  
  •  


Privacy Preference Center

Principale

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Advertising

Analytics

Other