Blog Tonipellegrino

06 Nov Attrezzi puliti per capelli puliti

Siamo sicuri di dedicare la giusta attenzione ai nostri attrezzi per capelli?

Come i pennelli e le spugnette per il trucco, anche gli strumenti per la cura dei capelli devono essere sempre puliti. Per evitare la proliferazione dei batteri – motivazione già più che sufficiente – e per evitare di sporcare i capelli appena lavati.

Dal beauty case al phon, passando per pettini e spazzole, vediamo insieme come mantenere la pulizia dei nostri attrezzi con piccoli accorgimenti da ripetere mensilmente.

Spazzole

Cominciamo dalle spazzole. Tenerle pulite è fondamentale, soprattutto se si usano spesso lacche e altri prodotti leave in.

Non è sufficiente eliminare i capelli che rimangono intrappolati tra le setole, bisogna togliere anche i residui di prodotti e altre impurità, come la polvere.

Il primo step per igienizzare le nostre spazzole è rimuovere i capelli impigliati.

 

Possiamo farlo usando lo strumento apposito con i dentini “a ragno” – si trova nei negozi specializzati – oppure strofinando un pettine a denti stretti partendo dalla base della spazzola risalendo fino alla punta delle setole.
Secondo step, immergiamo le spazzole in una soluzione di acqua calda e shampoo per almeno 15 minuti, strofinando con uno spazzolino da denti.

Sciacquiamo abbondantemente e lasciamo asciugare all’aria con le setole rivolte vero  l’alto, per non piegarle.

 

Pettini (e spazzole) di legno 

Il legno assorbe l’eccesso di sebo dai capelli, per cui è necessario pulirlo, ma bisogna avere cura di non lasciarlo troppo a lungo a contatto con l’acqua.

Che procedura seguire?

Prepariamo una tazza d’acqua con poche gocce di olio essenziale di tea tree. Dopo aver rimosso polvere e capelli, laviamo i pettini e le spazzole con questa soluzione. Risciacquiamo e asciughiamo subito con un panno.

 

Forbici 

Se usiamo le forbici per tagliare la frangia o le doppie punte, ricordiamo che anche gli strumenti in metallo vanno puliti periodicamente. Usiamo acqua e sapone antibatterico.

Una volta lavati questi attrezzi, asciughiamoli accuratamente con un panno morbido e antigraffio.

Phon

Anche il phon va pulito, togliendo il filtro nella parte posteriore per rimuovere accumuli di polvere e capelli con l’aiuto di una spazzolina.

Accumuli che, se non fossero rimossi, verrebbero “soffiati” sui capelli bagnati e puliti, sporcandoli immediatamente.

Beccucci e diffusori in plastica possono essere lavati con acqua e sapone neutro o sapone di Marsiglia.

Piastra e ferro arricciacapelli 

Piastre e ferri puliti scorrono meglio sulle ciocche.

Se sono sporchi, e se sono rimasti residui di prodotti per lo styling, il rischio è quello di ungere o appesantire i capelli.
Per pulire questi attrezzi usiamo un panno di microfibra inumidito con poche gocce di sgrassatore. Passiamolo sui ferri quando sono ancora tiepidi, per sfruttare anche l’azione del vapore per sciogliere i residui.
A freddo, invece, possiamo usare un telo di cotone con alcool etilico, oppure appena inumidito con acqua e bicarbonato.

E per le aree più piccole, dove il panno non riesce a pulire bene, usiamo un cotton fioc.

 

Beauty case

Abbiamo tutte un beauty case per portare con noi sieri, maschere, elastici, spazzole, pettini e specchietto per ritocchi last minute.

Bene, ricordiamoci di lavare anche questo una volta al mese: in lavatrice se è di tessuto, con detergente e spugnetta se è di plastica.

Photo Simone Aprile

  •  
  •  
  •  
  •  


Privacy Preference Center

Principale

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Advertising

Analytics

Other