Blog Tonipellegrino

21 Nov Capelli: la beauty routine in otto mosse

I capelli, che mistero!

A volte, più li lavi e più sembrano sporchi. Altre volte, un prodotto che ha fatto miracoli sui capelli di alcune amiche, sui nostri fa disastri. E ancora, lo shampoo al quale non possiamo rinunciare…all’improvviso “non lava” più.

Da cosa dipenderà? Ripartiamo da zero e verifichiamo di non avere delle abitudini sbagliate che possano essere la causa delle nostre insoddisfazioni. Ecco come migliorare la nostra beauty routine in otto passaggi.

Scegliamo sempre i prodotti giusti

Lo shampoo quotidiano, se vengono usati i prodotti non adeguati, può causare l’effetto rebound sulla cute che produrrà più sebo del normale, per “difendersi”. Mentre le lunghezze, di contro, tenderanno a inaridirsi e a sfibrarsi. Impariamo dunque a conoscere le reali esigenze dei nostri capelli e scegliamo sempre prodotti professionali e di qualità.

Cominciamo dallo shampoo

Primo step: individuiamo lo shampoo più adatto alla nostra tipologia di capelli. Nessuno meglio del nostro parrucchiere saprà indicarci il prodotto più giusto a seconda delle diverse esigenze e della stagione. Ricordiamoci però che, in caso di problematiche delicate come dermatiti o alopecia, dobbiamo rivolgerci a uno specialista e non aspettarci soluzioni miracolose dai nostri consulenti di bellezza.

Occhio a balsamo e maschera su capelli non tamponati

L’acqua in eccesso fa scivolare via il prodotto vanificandone l’applicazione. L’ideale è tamponare bene i capelli con un telo dopo aver sciacquato abbondantemente lo shampoo. Solo a questo punto, applichiamo il balsamo sulle lunghezze e lasciamolo in posa per il tempo indicato. Poi risciacquiamo sempre abbondantemente e con molta cura, eliminando ogni residuo di prodotto.

Non facciamo passare troppi giorni tra uno shampoo e l’altro

Non facciamo passare troppi giorni tra uno shampoo e l’altro. Gli accumuli di sebo e di altre impurità sulla cute ostruiscono e soffocano il follicolo. Il risultato? Faremo aumentare il rischio di indebolimento e di caduta dei capelli.

Tamponare, non strofinare

I capelli bagnati non vanno strizzati, né strofinati energicamente con il telo perché tendono ad arruffarsi. Inoltre, compiendo dei con gesti bruschi, aumenteremo il rischio di spezzarli. Il consiglio è di tamponarli delicatamente usando un telo in microfibra, tessuto più delicato rispetto alla classica spugna.

Non teniamo il telo troppo a lungo

Apparteniamo alla schiera di chi, dopo lo shampoo, avvolge i capelli in un telo e si dedica a diverse attività prima di accendere il phon? Cambiamo subito abitudine! Lasciare i capelli avvolti nel “turbante” troppo a lungo è un’abitudine da evitare, perché il telo trattiene l’umidità favorendo l’effetto crespo. Proprio come in una giornata invernale di pioggia…

Legare i capelli sempre nello stesso punto

Elastici e fermagli posizionati sempre nel medesimo punto rischiano di danneggiare i capelli fino a spezzarli. Soprattutto se questi sono sottili e delicati. Meglio dunque variare spesso acconciatura e, quando possibile, lasciare i capelli sciolti.

Spostiamo la riga di tanto in tanto

Con il tempo, lungo la riga naturale si crea un diradamento dei capelli. Spostiamola di tanto in tanto. I capelli resteranno più vitali e guadagneranno in volume.

 

  •  
  •  
  •  
  •  


Privacy Preference Center

Principale

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Advertising

Analytics

Other