Blog Tonipellegrino

27 Nov Un classico di tendenza: il caschetto

Il caschetto, che passione! Ha più di cento anni, ma non li dimostra, e non c’è stagione in cui riviste e magazine non lo inseriscano tra i tagli di maggiore tendenza.

Anche questo autunno il caschetto è gettonatissimo, in tutte quelle varianti che gli hanno permesso di non sentire il tempo che passa. Anzi, che gli hanno permesso di affermarsi come taglio preferito dalle donne di tutto il mondo.

Conosciuto anche con il nome francese di carré o con l’equivalente inglese bob, questo taglio nasce all’inizio del ‘900 dalla creatività del polacco Antoni Cierplikowski, universalmente noto con Monsieur Antoine, primo parrucchiere “divo” della storia dell’hairstyle.

Nei primi tre decenni del secolo scorso non c’è stata cantante o attrice del tempo – europea o americana – che non abbia sfoggiato un caschetto. Ma chi ha legato indissolubilmente il proprio nome a questo taglio, facendolo diventando iconico, fu Louise Brooks, ballerina e attrice americana. Prima di lei già erano passate sotto le forbici di Monsieur Antoine, Eve Lavalliere e Mary Thurman, ma erano stelle di minore grandezza e oggi solo in pochi le ricordano.

Da allora, il caschetto è un vero e proprio evergreen.

Un caschetto per ogni viso

Ad amare il caschetto sono le donne che in genere preferiscono un taglio corto o medio, che non vada oltre le spalle. Ma quale è il segreto di tanto successo? Di certo è un taglio facile da gestire, che si adatta ad ogni tipologia di capelli – da liscio asiatico all’afro – e che può essere personalizzato per ogni forma di viso. Le diverse lunghezze del caschetto sono infatti declinate per soddisfare le esigenze più svariate. Scopriamole insieme.

Carré o bob classico

Si tratta di un taglio corto e geometrico con lunghezza alle orecchie. Si adatta perfettamente al viso ovale che può permettersi tutti i tipi di taglio e styling. E sta benissimo anche a chi ha un viso dalla forma  rettangolare, basta fare attenzione alla lunghezza del viso ed eventualmente abbassare un po’ la linea del perimetro per equilibrare le proporzioni. Più è lungo il viso, infatti, più lungo deve essere il bob.

Caschetto medio

Questa variante media o medio-lunga è perfetta per chi ha il viso a cuore e ha bisogno di “riempire” la linea della mandibola. La misura media è consigliata anche a chi ha il viso quadrato, perché aiuta a ridisegnare l’ovale regolare. Ma per ammorbidire i tratti grafici di questa tipologia di volto è da preferire un caschetto con styling morbido.

Caschetto lungo o lob (long bob)

Estremamente versatile per via del perimetro che può variare anche di diversi centimetri, il caschetto negli ultimi anni si è allungato e si è trasformato in lob, taglio che sfiora, e a volte supera, le spalle. Questa lunghezza extra ben si adatta al viso tondo, perché lo snellisce e lo “allunga”. E sposa bene anche con i visi di forma trapezoidale, a patto che il taglio venga personalizzato con scalature ad hoc a partire dagli zigomi.

Caschetto mosso o wob (wavy bob)

Non è una questione di lunghezza, ma di styling. Anzi, dello styling del momento, adorato dalle dive (nella foto in basso Arizona Muse) perché conferisce un’aria sbarazzina e chic allo stesso tempo. Si asciuga realizzando onde morbide o con un effetto mosso non troppo definito dall’allure naturale. Perfetto per chi ha il viso triangolare a base bassa perché, grazie al movimento, armonizza una mandibola pronunciata. Ed è l’ideale anche per chi ha un viso romboidale e, grazie all’ondulazione, rimette in proporzione le estremità del viso e l’area degli zigomi.

Frange e ciuffi

Molto spesso, ma non sempre, il caschetto è accompagnato da una frangia. La frangia è la soluzione giusta per evidenziare sguardo e zigomi. Per chi ha il viso tondo è consigliata una frangia sfilata che spezza la rotondità. Per il viso a cuore invece è preferibile una frangia leggera e vaporosa. La frangia asimmetrica sta bene al viso rettangolare, per creare movimento. La frangia-ciuffo, infine, è ideale per il viso triangolare a base alta per armonizzare e “ridurre” una fronte alta.

 

  •  
  •  
  •  
  •  


Privacy Preference Center

Principale

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Advertising

Analytics

Other