Around Me

 

Nell’era social, marcata dalla smania dell’apparire mordi e fuggi, “Around me” restituisce all’Uomo una centralità consapevole. E lo fa inserendolo in un contesto di ricerca e di bellezza, di arte e di scienza, in cui l’individuo ritrova un ruolo da protagonista: un museo immaginario nel quale è tanto visitatore quanto opera d’arte.

 

È in atto un Umanesimo contemporaneo che non può e non vuole prescindere dalla tecnologia e dal digitale. Un antropocentrismo che intende riportare l’Uomo a una condizione di naturalità, suggerendogli di impiegare bene il proprio tempo, di utilizzarlo per conoscere e per conoscersi, non solo per mostrarsi.

 

“Around me”, intorno a me, invita ciascuno di noi ad avviare un processo di recupero del valore dello studio e della conoscenza – in primis di noi stessi – per arrivare in fretta a un pensiero scientifico che trova soluzioni, lasciando da parte le complicazioni.
Chi arriverà in fondo a questo percorso con consapevolezza si porgerà alla vita con un sorriso libero e sincero.

 

L’input arriva dall’Umanesimo del V secolo a.C. e dall’Umanesimo rinascimentale. Dai classici greci e romani e dalla loro riscoperta.
Dalle loro riflessioni filosofiche e dai loro modelli di bellezza, sempre attuali e sempre moderni.

 

L’ispirazione deriva dagli anni ’60, dagli ’80 e dai ‘90, dalla musica e dal cinema. Da icone contemporanee, reali e amatissime, e da creature di fantasia.

 

I colori sono caldi e parlano un linguaggio materico, avvolgono e vestono le teste come fossero tessuti sui corpi.
Il biondo nasce da una palette molto ricca: è profondo e multi-tono come una torta di mele; è platino e milk-banana; è luminoso e rock-mantico.
Il castano ha i toni del cognac e i riflessi della legna che arde nel camino.
I tagli sono interpretazioni contemporanee di grandi classici.
I capelli guadagnano in tridimensionalità e sono da mostrare a tutto tondo.
Per una bellezza assoluta e senza tempo.
 

VIDEO COLLEZIONE
 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Creative Director

Toni Pellegrino

Technichal directors

Salvo Binetti, Eveline Pellegrino

ArTeam

Alessio Larghetti, Leo Libardi, Antonello Lotito, Luca Morellato, Roberto Spano, Luigi Vernengo. Uno speciale ringraziamento a Gessica Maltese

Photographer

Domingo Nardulli

Stylist

Eleonora Papetti, Riccardo Rubino

Designer

Federico Cina, Giuditta Tanzi, Aysegul Yazicioglu

Copy

Stefania Pilato

Make-up

Sara Mencattelli

Models agency

Agency Be-Nice

Models

Alina, Camila, Nanda, Pam, Zimu

Video director and editing

Tommaso Mariniello SLAPSTUDIO

Video d.o.p.

Marco Mezzani SLAPSTUDIO

Photographer backstage

Carlotta Stracchi

Art director collection book

Davide Guglielmino

Graphic designer collection book

Andrea Castagna

Art director handbook

Marco Di Donato

Uno speciale ringraziamento a

Giovanna Sussinna

Privacy Preference Center

Principale

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Advertising

Analytics

Other